Cose che vanno e cose che vengono

 Com’e’ strano che le cose lasciate indietro lascino spazio a quelle che arrivano, e’ successo con diverse persone, con diversi oggetti e con diverse emozioni. Non mi va di raccontare tutta la storia, e non mi va di raccontare il perche’ me ne sono uscito con questa sparata, pero’ oggi stavo infagottando il mio vecchio portatile, che verra’ sostituito la prossima settimana da una nuova belva nuova fiammante, e mi sono fermato a pensare alle cose che ho fatto ultimamente. E cosi’ ho pensato alla settimana passata in Spagna, e ho pensato diu essermela goduta cosi’ tanto che ha rubato il posto alla gita a Seattle, poi ho pensato al fatto che avrei dovuto spedire il portatile a casa, e che casa mi sembra lontana, e che e’ ormai un anno che sono in "esilio" a Londra, e quindi ho pensato che la vecchia casa e’ stata rimpiazzata da una nuova casa. Ho anche pensato a cosa combino in campo senitmentale ultimamente, e sono un po’ perplesso. C’e’ stata una ragazza molto tempo fa, rimpiazzata da un po’ di nulla, adesso cen’e’ un’altra ma la storia mi sembra piu’ incasinata di quanto riesca a sopportare. Piu’ che altro mi sembra che si concludera’ in una sorta di tragedia, ma magari e’ colpa mia che non ci credo abbastanza. Pero’ dopo quest’ultima illuminazione sono sicuro che un’altra persona l’andra’ a sostituire. Poi ci sono storie che sostituiscono altre storie, e ultimamente ho un amico che si sta’ superando ^_^ staremo a vedere come andra’ 

 

Lo so che non e’ un post tanto intelligente, pero’ stavo prorpio pensando a questo, ovvero a quanto sia facile perdere la testa per qualcosa mai provato prima. Come andare al ristorante e ordinare un piatto a caso, e scoprire che e’ di colpo il nostro preferito. A me e’ successo con gli udon con gamberi, anche se sono in un’altro stato, alla domanda "Cosa ti va di mangiare?" rispondo, almeno mentalmente, "Udon con Gamberi" anche se purtroppo il ristorante e’ parecchio lontano.

Ho riaperto, almeno per un po’

Ho avuto un periodo da asceta, mi capita su per giu’ ogni anno di non aver voglia di sentire nessuno. Credo di essere un attimo lagnoso, e preferisco non farmi vedere/sentire.

Ritorno con un sacco di novita’, portatile nuovo che dovrebbe arrivare questa settimana, un viaggio a Madrid dove ho incontrato una mia grande (e un po’ lamentosa) amica, una storia strana legata all’ambito affettivo. Le prime due le raccontero’ presto, per la terza, credo di essere troppo geloso per condividerla. Magari in futuro. 

Spero di non aver perso tutti i lettori, che poi credo fossero non piu’ di 4 😛

 

Quindi alla prossima!