Primi disastri

Non mi smentisco mai, e se sei a Londra non è che le cose migliorino di colpo, ho iniziato a combinare i primi casini. Tipo l’altra sera volevo mangiare un’uovo sbattuto, direte voi è facile ha solo due ingredienti, eh si peccato che bisogna ricordarsi di levare l’albume (il classico bianco dell’uovo). Le cose infatti non mi tornavano tanto e dopo averci buttato dentro 30 chili di zucchero ancora non aveva la consistenza che mi serviva. A quel punto mi sono ricordato che dovevo fare la separazione, e che cavolo non mi va di buttare tutto quello zucchero e un’intero uovo, non mi resta che provare a cucinarlo. Eh bravo Mauro bell’idea del minchia. Per chi è abile con i fornelli sa di per certo che lo zucchero da solo dà il caramello, e che se  sciogli lo zucchero, quando diventa duro si attacca da tutte le parti. Bon ormai ero partito non mi  avrebbe fermato più nessuno. Ho incollato diverse stoviglie prima di buttare tutto. Ah prima di incominciare l’esperimento avevamo appena finito di pulire la cucina . . .

Per confermare il fatto che è meglio non usarmi come mappa, mi sono perso diverse decine di volte, ma non era sempre solo colpa mia, che cavolo se fai un’uscita della metro sulla cartina, non metterne cinquanta nella realtà, altrimenti uno non capisce più dove cavolo è finito. 

E questo è tutto 😀

Londra !?

Mi sono trasferito alla fine, qui è abbastanza un casino, credo di essere in una casa con altre 9 – 10 persone, non ho ancora finito di contare 😀

Speriamo di non impazzire

 

Hf all ^_^